Orgoglio e castità, viaggio fra i pentecostali

Di Federica Tourn (Pagina99, 29/09/2017)

«Benedico/ se aprirai il tuo cuore Lui sarà tuo amico/ questa vita non sarà più un labirinto/lascia che ti dica come mi ha guarito/ Gesù Cristo…». Il ritmo del reggaeton riempie la sala ma se la musica è proprio quella del tormentone estivo, questa versione di Despacito non richiama precisamente la passione dei sensi ma un altro genere di amore. A seguire il ritmo ragazze con le unghie laccate, l’eyeliner marcato e le sneakers, mentre ragazzi con i capelli rasati sulla nuca e l’orecchino sfoggiano magliette con su scritto “Epic Faith”, “I’m not normal”, “I’m supernatural” e ti vengono incontro per spiegarti che il vero cambiamento non è sovvertire l’ordine costituito, ma uscire dalla massa e credere «in Qualcuno che di rivoluzione se ne intende», cioè Dio. O meglio Gesù, che non è quello noioso inchiodato alla croce che ti hanno insegnato a pregare da piccolo ma è vivo e lotta insieme a noi; e soprattutto è molto cool.

Continua a leggere “Orgoglio e castità, viaggio fra i pentecostali”